Testing

RASFF & Sicurezza Alimentare – Responsabilità degli operatori della filiera Agroalimentare

“il meccanismo dello scambio rapido delle comunicazioni tra Autorità sanitarie (RASFF) sulle notifiche di allerta è uno strumento essenziale per la tutela del consumatore. L’ambito di applicazione del RASFF, copre i rischi diretti o indiretti per la salute umana dovuti agli alimenti, ai materiali a contatto con gli alimenti o ai mangimi non conformi ai requisiti igienico sanitari stabiliti dalla legislazione vigente. L’esperienza acquisita negli anni ha evidenziato, in taluni casi, alcune problematiche dell’attivazione delle allerta da parte delle Autorità Sanitarie Locali responsabili dei controlli. “

Per permettere una gestione omogenea in ambito nazionale del Sistema di Allerta, al fine di garantire la tutela della salute, sono state elaborate linee guida ministeriali e sono attualmente in corso di definizione le procedure per il “Richiamo” di prodotti non conformi ai sensi del regolamento CE.

Gli operatori della filiera food  e packaging devono  responsabilmente conoscere il funzionamento del Sistema di Allerta Rapido perché connesso per alcuni aspetti alle attività di autocontrollo che un operatore del settore Alimentare (OSA) ha l’obbligo di effettuare.

Il Regolamento 178/2002/CE fissa le procedure nel campo della sicurezza alimentare, regola la gestione delle crisi e situazioni di emergenza per i prodotti alimentari, per i mangimi e anche per i materiali e oggetti destinati a venire a conta o con gli alimenti.

Come è noto il regolamento è operativo da anni a livello europeo e ha istituito, sotto forma di rete, un sistema di allarme rapido per la notificazione di un rischio diretto o indiretto per la salute umana. Saranno pertanto oggetto di trattazione le responsabilità sottese di tutti gli operatori della filiera Agroalimentare nel rispetto delle norme sulla sicurezza alimentare e sulla tutela della salute dei consumatori.

Il corso si rivolge a coloro che intendono ampliare e approfondire le proprie conoscenze nello specifico contesto della Sicurezza Alimentare intesa come Food Safety  nell’ ambito di applicazione del RASFF- SISTEMA DI ALLERTA RAPIDO – Il workshop intende offrire un momento di conoscenza e di approfondimento per tutti i professionisti e le aziende di settore interessate, al fine di capirne la valenza e l’applicazione pratica all’interno delle aziende alimentari, delle aziende produttrici di imballaggi, dei laboratori di analisi e in contesti di formazione e consulenza per il settore pubblico e privato, con un duplice obbiettivo, :

– far acquisire conoscenze sulle principali disposizioni legislative Europe e Nazionali e sulle Responsabilità degli operatori della filiera Agroalimentare  nel rispetto delle norme sulla sicurezza alimentare e sulla tutela della salute dei consumatori.

– far acquisire i vari aspetti e le criticità tecnico legislative applicate  ai diversi contesti  di controllo industriale e  in ambito del controllo ufficiale alla luce di alcune problematiche dell’attivazione delle allerta da parte delle Autorità Sanitarie Locali responsabili dei controlli.

 

Il Corso si distingue, oltre che per l’ampia trattazione dei temi affrontati, soprattutto per i numerosi casi pratici che saranno presentati e condivisi con i partecipanti.

Il Responsabile Scientifico in team :

Prof. Giovanni Antonini – Professore Ordinario di Biologia Molecolare Dipartimento di Scienze, Università di Roma tre

Dott. Federico Capuano  Direttore di Dipartimento di Ispezione degli alimenti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno.

Il seminario è rivolto ai laboratori di Analisi e Ricerca › Studi di Consulenza › Professionisti del settore › Produttori di materie prime per la filiera agroalimentare › Produttori di alimenti › Piattaforme di Distribuzione Alimentare:- logistica e vendita finale.

L’Istituto Sicurezza & Legislazione Alimentare rilascia un attestato di partecipazione a tutti i partecipanti.

ll seminario è accreditato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (Provider n. 1295). I primi 65 iscritti hanno diritto a 6,5 crediti ECM per le seguenti figure professionali: biologo, chimico, farmacista, medico chirurgo, medico veterinario (interprofessionale), tecnico della prevenzione nei luoghi di lavoro, tecnico sanitario di laboratorio biomedico.

 

Modulo per visualizzare il programma ed effettuare l'iscrizione

 

Articoli collegati